Molte volte, quando accendo un fuoco, spero che piova presto.

 

Per tutti quei momenti in cui senti l’impellente bisogno di calma e serenità, per tutti quei momenti in cui non c’è niente di meglio del proprio piccolo mondo, della stabilità di un porto sicuro, che ci sarà sempre e, per quanto si possa andare lontano, il nostro cuore sarà sempre in grado di ritrovare la strada di casa….

Immagine

” La stretta luce della lampada, il focolare; la fantasticheria, col dito sulla tempia e gli occhi che si perdono negli occhi tanto amati; l’ora del tè fumante, l’ora dei libri chiusi; sentire dolcemente la sera che finisce; la fatica piacevole e l’adorata attesa di quell’ombra nuziale e della dolce notte: oh, tutto questo insegue il mio sogno, commosso, senza posa, attraverso inutili rinvii, per i mesi impaziente, per i giorni furioso.”

Immagine“Il chiasso dei caffè, il fango della strada, i platani che perdono foglie nell’aria scura, l’omnibus, uragano di ferraglia e di melma, che stride sobbalzando sulle quattro ruote e rotea lentamente gli occhi suoi verdi e rossi, gli operai che vanno al club fumando pipe sotto il naso di agenti di polizia, tetti gocciolanti, selciati sdruccievoli, muri umidi, traboccanti fogne, bitume rotto: il mio percorso è questo – e il paradiso è in fondo.”

– Paul Verlaine

Ascoltami..

Se adesso fosse domani…

se un giorno fosse una vita…

se il sole non sorgesse più…

se moriamo per continuare a vivere…

se un sogno non fosse solo illusione…

se fossimo solo parte di un ricordo…

se la semplicità fosse egoismo…

se la malvagità fosse la risposta…

se gli specchi riflettessero l’anima…

se gli occhi potessero ingannare…

se esistesse davvero una rosa senza spine…

se in tutti i luoghi della terra la luna non fosse la stessa…

se la pioggia lavasse via il sangue di ogni ferita…

se una sola canzone potesse essere la colonna sonora della tua vita…

se il tempo cancellasse i ricordi…

se quello che sembra il problema fosse la soluzione…

se ci fosse un modo per tornare indietro…

se la realtà fosse soggettiva…

se quella che consideriamo fine fosse solo l’inizio…

se la giustizia la facessero gli uomini…

se esserci adesso volesse dire esserci per sempre…

se il bene fosse nascosto nel male…

se gli animali fossero l’evoluzione dell’uomo…

se un quadro potesse rappresentare le intenzioni del suo autore…

se ci fosse un modo per essere completi anche senza anima…

se la morte non fosse l’unica fine possibile…

se facessimo parte di un film…

se non avessi mai sbagliato…

forse sarebbe tutto migliore….Or maybe not.