Di come l’Inevitabile venne a trovarmi e io rimasi immobile e guardarlo, senza parlare….

Immagine

Certo che quando ti trovi a cambiare tutta quella che hai sempre considerato la tua vita da un giorno all’ altro, le priorità vanno di diritto all’ ultimo posto della lista delle cose importanti…tutto si inverte, tutto diventa inutile e privo di senso per chi vive perennemente in un incubo…e non si torna indietro per quanto si possa sperare… forse è meglio così, perché l’abbandono è più dolce quando vedi un possibile ricongiungimento in un futuro indeterminato, ma diventa effettivo solo quando capisci che niente sarà più come prima. Ti stacchi da una cosa solo quando capisci che non potrà durare per sempre…perché l’uomo è per sua natura egoista…pensa a se stesso in continuazione, tutte le sue azioni sono improntate al suo benessere, e nulla potrà spostare la sua opinione dal credere che ogni singola cosa ruoti attorno a lui e in funzione di lui.

Così appena ti accorgi che qualcosa dovrà finire prima o poi, la lasci prima che questa lasci te, nulla delusione e nello sconforto di un abbandono. L’egoismo ci caratterizza in ogni nostra azione, mosso da quell’istinto di sopravvivenza che ci portiamo dietro da sempre, e che mai lascerà la nostra strada, perché alla fine ci fa comodo credere che sopravvivremo perché il mondo ha bisogno di noi, e credere che niente ci potrà mai toccare solo perché fino a quel momento è andato tutto bene e nulla ha mai sconvolto le nostre misere vite. Si, ogni cosa cambia, e cambia per tutti; solo che quando ce ne accorgiamo è già volata via e non ha lasciato altro che un vuoto incolmabile dentro di noi…potremo provare a riempirlo ma ad ogni ricordo si svuoterà sempre e tornerà quel senso di mancanza, che non trova risposta, perché non esiste risposta ad una delusione.

Immagine

Che risposta può avere un sogno infranto?…

Lascio che ogni cosa scivoli via come fa la pioggia quando bagna i tetti, le strade, gli alberi e le persone…scivola su di loro, e quando torna il sole le abbandona per sempre, non lasciando traccia di sé, se non un cappotto bagnato, che con il tempo si asciuga e torna come prima, senza cambiamenti esteriori,senza tracce di deterioramento, senza niente che possa far dedurre ciò che ha passato…

È così anche per me… all’ apparenza nulla è cambiato, ma all’ interno, dove nessuno può arrivare a scorgere niente, lì si, c’è qualcosa di diverso, qualcosa di nuovo…ma se sia qualcosa di buono o sia un briciolo di cattiveria in più non so dirlo……lo dirà il tempo, l’arbitro più imparziale che esista.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...